Servizio

Centrali termiche

I controlli su caldaie e centrali termiche sono obbligatori e la legge regola le norme con cui devono essere svolti.
Questi controlli consentono di:
  • Mantenere in buona efficienza operativa l'impianto termico
  • Consumare meno energia
  • Garantire una maggiore sicurezza dell'impianto
  • Contribuire a un minore inquinamento atmosferico
L'utente, in base alla normativa vigente, è considerato "responsabile d'impianto" ed in quanto tale deve farsi carico degli obblighi previsti dalla legge per l'esercizio e la manutenzione ordinaria dell'impianto. La mancata effettuazione della manutenzione periodica comporta l'applicazione di una sanzione pecuniaria da € 500,00 a € 3.000,00.
L'utente deve conservare il libretto d'impianto e far eseguire periodicamente, secondo le indicazioni della ditta produttrice o, in mancanza d'indicazioni una volta l'anno, la manutenzione dell'impianto da parte di un soggetto abilitato, il quale dovrà rilasciare una copia della dichiarazione di avvenuta manutenzione dell'impianto termico (cosiddetto "rapporto di controllo tecnico" o modello "G" o "F") controfirmata per presa visione dal responsabile dell'impianto

Mi.To. Klima come prescritto dalla legge 37/08 ( legge n. 46/90), rilascia la dichiarazione di conformità degli stessi alla normativa vigente sulle opere realizzate.
La stessa legge 46/90 e successive modificazioni e integrazioni rende obbligatoria la manutenzione annuale da parte di un'impresa abilitata che compili il rapporto tecnico (allegato G) e aggiorni il libretto di impianto.

Il sistema più semplice per ottemperare a quanto previsto dalla legge è quello di sottoscrivere un contratto di manutenzione che comprende una visita obbligatoria annuale.

I controlli per le caldaie domestiche con potenza inferiore ai 35 kW prevedono la manutenzione ordinaria annuale secondo le prescrizioni delle vigenti normative e della verifica biennale del rendimento di combustione, la cosiddetta prova dei fumi, in base alla quale si può valutare la qualità d'utilizzo del combustibile, l'ottimizzazione dei consumi e la percentuale di sostanze inquinanti presenti nelle emissioni.
Il libretto d'impianto (per caldaie domestiche con potenza inferiore a 35 kW) o di centrale (per caldaie/centrali con potenze superiori a 35 kW) è la "carta di identità" dell'impianto; contiene i dati del proprietario, dell'occupante, del progettista, dell'installatore e del responsabile della manutenzione; inoltre vi sono registrati i dati dell'impianto, gli interventi di manutenzione, le verifiche del rendimento di combustione e le verifiche effettuate dal Comune. Il libretto deve essere compilato dal responsabile dell'impianto e tenuto presso l'edificio o l'unità immobiliare in cui è collocato l'impianto termico.
Centrali termiche